Configuratore di prodotto "must-have"

6 "Must Have" di produzione per il software di configurazione del prodotto

Condividi questo articolo

Che cos'è la configurazione del prodotto?

Software di configurazione del prodotto, solitamente incluso come parte di CPQ software, allows companies to market, sell, and manufacture their products more effectively and efficiently. Product configurators transform traditional product inquiries into real-time, auto-generated estimates, product descriptions, bills of material, and even more — if you belly up to the right manufacturing Soluzione CPQ.

Ottieni un eBook gratuito sulla riduzione della complessità nella produzione

 

Without delay, these are the 6 absolute “must haves” for product configurator software if you are a manufacturer:

Configurazioni visive KBMax 2D-3D1.) Configurazione visiva del prodotto

La configurazione visiva del prodotto è uno strumento molto potente per venditori, distributori o clienti per selezionare autonomamente le opzioni e visualizzare i risultati immediati mentre creano un prodotto nello spazio 2D o 3D. I moderni configuratori di prodotto consentono l'aggiornamento dinamico di quasi tutti gli elementi di un prodotto e di una vendita: opzioni di base, componenti aggiuntivi, prezzi, aggiornamenti, sconti e altro: l'elenco può essere davvero infinito.

This elevated visual product configuration experience is what all buyers are demanding. Many people are accustomed to an eCommerce experience when purchasing consumer goods that these lofty expectations are now expected as part of the buying experience, even for the most complex of products. Frustratingly, even though CPQ and visual product configurators are considered cutting-edge technology for most organizations, it’s quickly becoming a baseline expectation that manufacturers provide this level of customer experience.

 

2.) Motore di regole del prodotto flessibile

Un motore di regole è l'aspetto più critico di un configuratore di prodotto in quanto definisce tutte le regole e le condizioni per consentire la corretta configurazione, prezzo e output dell'ordine. Tuttavia, i motori delle regole CPQ possono essere complicati. Molti fornitori offrono configuratori di prodotto come parte della loro soluzione CPQ e la maggior parte afferma di avere motori di regole per guidare l'esperienza. Tuttavia, dopo un'ulteriore ispezione, questi fornitori di CPQ utilizzano in genere filtri di base, raggruppamenti e/o codici e script personalizzati per consentire il controllo dell'esperienza di acquisto nel configuratore del prodotto. Assicurati che possa gestire le tue complesse regole di prodotto.

Il motore delle regole è una delle aree in cui un acquirente cerca la configurazione del prodotto dovrebbe prestare la massima attenzione Make sure you are taking on a rules engine that is simple to administer, maintain, and will require little to no special training in order to use. Make your vendor show you, in detail, how they orchestrate their rules prior to buying so there are no messy surprises during implementation. Learn how Epicor CPQ solves this with Snap.

 

Automazione dei documenti3.) Prestiti per la generazione di documenti per l'automazione della produzione

I tuoi venditori, partner o clienti hanno trascorso del tempo a fornire dati preziosi in un ambiente molto controllato durante l'utilizzo del configuratore di prodotto. Sarebbe sciocco ignorare i ricchi dati raccolti durante la configurazione e non utilizzarli per accelerare e migliorare i processi a valle. Le opzioni del prodotto, le personalizzazioni e l'acquisizione di altre informazioni correlate dal configuratore del prodotto dovrebbero poter essere trasferite al tuo CRM, ERP, PLM o altri sistemi aziendali critici.

But that isn’t all. Best-in-class CPQ solutions will use the configured product rendering, including all of the selected options and customizations, to generate an actual CAD drawing that can be used to work out details with the customer or the engineering team until the order is final. This important CAD information can be sent to the production team in order to aid in manufacturing automation and quality assurance.

Il team di produzione trarrà vantaggio anche da altri documenti generati automaticamente (se la soluzione è in grado di fornirli), come elenchi di prelievo dettagliati, distinte di produzione (BOM), fogli singoli, elenchi di spedizione/imballaggio, istruzioni di assemblaggio, progetti e rendering del prodotto.

 

Configuratore visuale del prodotto in 2D4.) Integrazione con sistemi aziendali critici

Your product configurator could, but definitely should NOT, operate in a silo on its own. Your CPQ solution should have the proper APIs and connectors to allow for easy mapping of data, real-time syncrony, and simplified integration with other custom systems, databases, and apps. Let’s talk about this from an I/O standpoint – the data flow going in and out of the product configurator:

Questi sono esempi di come potresti inserire i dati per modificare dinamicamente la configurazione per la persona che lo utilizza:

  • Opzioni o attributi del prodotto da un PLM o da un altro database che il motore delle regole utilizzerà per aggiornare dinamicamente le opzioni nell'interfaccia
  • Informazioni sui clienti da un CRM che possono essere inserite in PDF generati dinamicamente

Questi sono esempi di come invio di dati può migliorare notevolmente la collaborazione e il tempo di ciclo che circonda il ciclo di vita del prodotto:

La tua soluzione deve essere in grado di connettersi con i sistemi principali (CRM/ERP/PLM)

  • CRM – for proposal/quote data (SKUs, line-item data, renderings) and customer preferences for a personalized experience
  • ERP – come informazioni sugli ordini per generare PO, fatture, distinte di imballaggio/spedizione e altro
  • PLM – per interrogare i progetti dei prodotti in PLM al fine di soddisfare le richieste individuali e personalizzate dei clienti per le variazioni del prodotto

 

Software per proposte di automazione dei documenti5.) Processi di automazione delle vendite

Quando parliamo di automazione delle vendite per quanto riguarda la configurazione del prodotto, spesso cerchiamo di aiutare il processo in queste aree chiave: prezzi dinamici, proposte generate automaticamente e flussi di lavoro.

Al fine di introdurre l'automazione delle vendite, si presume che i primi tre elementi di questo elenco Must Have siano già presenti. Non è possibile controllare i prezzi dinamici, generare automaticamente proposte o orchestrare queste transazioni senza i precedenti elementi costitutivi di base in atto. Immagino sia per questo che li chiamiamo "Must Have", eh?

Prezzi dinamici
  • Pricing should update on the fly as product selections are made
  • Il prezzo dovrebbe essere controllato da un insieme centrale di regole di prezzo per la manutenibilità
Generazione di proposte
  • I dati di configurazione del prodotto dovrebbero fluire per generare automaticamente proposte nel tuo sistema CPQ/CRM
  • In un mondo perfetto, tutte le informazioni della transazione verrebbero inviate come oggetto dell'ordine a questi altri sistemi aziendali e possono includere i dettagli delle voci degli ordini sulle opzioni del prodotto, i rendering visivi, i prezzi, gli sconti, le tasse e altro.
Flusso di lavoro
  • I flussi di lavoro dovrebbero informare i team, gli approvatori e i clienti di ciò che deve accadere durante il ciclo di vita del prodotto
      • Email, approvazioni e firme interne ed esterne per le fasi di stima, sconto e ordinazione del ciclo di vita
      • Consegna delle informazioni di produzione al team di produzione
      • Consegna del disegno CAD ai team di vendita e produzione secondo necessità per concludere l'affare o realizzare il prodotto

 

Software di quotazione KBMax per una grande esperienza di acquisto6.) Funzionalità omnicanale/B2B2C

Cosa sono le vendite omnicanale o BCB2C?

Vendite omnicanale significa che puoi esporre le vendite dei tuoi prodotti attraverso più segmenti di pubblico e canali. Ciò potrebbe includere team di vendita interni, partner e distributori e persino un pubblico diretto al cliente. Le interazioni e le vendite digitali con questi segmenti di pubblico possono avvenire su un portale interno, extranet o siti Web rivolti a Internet.

Vendite B2B2C ha finito per significare cose diverse per persone diverse. Alcuni credono che B2B2C si riferisca a una strategia di e-commerce in cui è possibile utilizzare sia i modelli B2B che B2C per facilitare una transazione completa del prodotto. Questa è la definizione più simile a Omni-channel.

Altri definiscono B2B2C come un modello di business in cui un'azienda accederà a un mercato di consumo tramite un'altra attività, piuttosto che farlo direttamente.

In che modo i configuratori di prodotto e CPQ consentono vendite omnicanale o BCB2C?

Le migliori soluzioni CPQ utilizzeranno un'unica piattaforma in grado di servire venditori, distributori, partner e clienti diretti in modo indipendente, ma simultaneo. Quando questi insiemi di esperienze potenzialmente diversificati sono controllati da un unico configuratore di prodotto, possono anche essere controllati da un insieme di regole di base con alcune variazioni per ciascun pubblico. Ciò rende la soluzione infinitamente più gestibile, specialmente se distribuita tra questi segmenti di pubblico e punti finali divergenti.

Per essere disponibili per questi canali di vendita esterni, è imperativo che i configuratori di prodotto possano essere incorporati nei siti Web interni o esterni. Ciò consente a ogni pubblico di eseguire il self-service e configurare il proprio prodotto secondo necessità. Questo è un must per questo modello diretto.

Le aziende che impiegano configuratori di prodotto come parte di una strategia CPQ più ampia realizzano una maggiore redditività e una maggiore soddisfazione del cliente.

Ulteriori informazioni sulla soluzione Epicor CPQ

Pubblicato in: ConfiguratoreCPQ
 
it_ITItalian